Ayers Rock: i colori del deserto e il fascino di antichissime civiltà

Ayers Rock è una delle mete classiche per chi decide di andare in Australia. L’originalità di questo monolite, posto al centro del deserto australiano, infatti, attira turisti da ogni parte del mondo. Il Parco del Kata Tjuta, che lo circonda è un sito paesaggistico di grande interesse, al punto da essere incluso nel patrimonio dell’Unesco.

Questo monolite alto 350 metri e largo 3500, si trova al centro delle Pianure Mulga. Scoperto alla fine del secolo scorso, dopo alcuni decenni, si è identificata la valenza sacra che questo luogo ha per gli aborigeni. Il nome originario, infatti, significa Madre Terra, ed è considerato dagli originari di questa terra, il luogo dove risiede lo spirito che genera la vita. La mitologia delle popolazioni del luogo, chiamata Dreamtime perché narra dell’era del sogno, considera molte particolarità di quest’area geografica come manifestazioni delle anime del mondo.

Per arrivare ad Ayers Rock, è necessario affrontare un viaggio in aereo attraverso l’intero continente. Quest’area naturale si trova, infatti, al centro dell’Australia. Se decidi intraprendere questo percorso, potrai scegliere in quale modo vivere l’esperienza che questo suggestivo paesaggio ti propone.

Nell’area circostante Ayers Rock ci sono diversi alberghi dove alloggiare. Sono tutte strutture dotate di comfort, dove è possibile rilassarsi nel centro benessere, in piscina o nella sala relax. Nell’area ristorante degli hotel inoltre troverai i piatti tipici dell’Outback australiano : in particolare potrai gustare carne di pitone, di canguro o di coccodrillo.

Per visitare Ayers Rock, è possibile affittare un’auto, avvalersi del servizio di trasporto pubblico nell’area, la Greyhound Australia, oppure affidarsi ad una compagnia privata specializzata in tour nella zona.

I turisti che decidono di visitare Ayers Rock, lo fanno prevalentemente per assistere al fenomeno del cambiamento del colore del monolite alle varie ore del giorno: dal giallo ocra al viola, durante le ore di luce questo imponente massiccio assume tonalità sempre diverse. Questo fenomeno è dovuto alla presenza nella roccia di feldespati, che hanno la caratteristica di riflettere la luminosità. È consigliabile perciò pianificare la visita di almeno due giorni per poter vedere l’alba e il tramonto.

Per le coppie romantiche, esiste  un servizio che organizza cene all’aperto in angoli esclusivi dove è possibile godere del panorama in assoluto relax e riservatezza. Essendo le temperature molto alte durante il giorno è sconsigliato di prolungare la visita negli orari centrali della giornata.

Se sei amante dell’avventura e del vero contatto con la natura, puoi scegliere si visitare Ayers Rock, e le zone circostanti, affittando una macchina e dormendo in tenda, nel deserto. Per fare questa emozionante esperienza è necessario partire con un’attrezzatura adeguata e con le conoscenze che permettano di affrontare eventuali problemi o imprevisti.

Ayers Rock è un viaggio in un luogo lontanissimo e affascinante, scegli la soluzione più adatta alle tue esigenze, e potrai godere di momenti memorabili.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*